SWL

Pagina dedicata agli amici SWL sigla incomprensibile per molti ma vediamo di decodificarla  "shortwave listener", è un ascoltatore delle onde corte. Solitamente delle trasmissioni relative alle bande di frequenze assegnate al servizio di radioamatore, segue le trasmissioni in onde corte e medie delle varie nazioni in varie lingue,sono importanti  i rapporti di ricezione che inviano alle varie emittenti internazionali, le quali verificano questi dati e confermano la ricezione con delle bellisime cartoline di conferma o a volte piccoli gadget

                                                              NON E' OBBLIGATORIO SOLAMENTE A CHI FA PIACERE RICEVERLO

  1. I soggetti di cui all'art. 43 del dPR n. 447/2001, che intendono ottenere un attestato dell'attività di ascolto, possono richiedere, con domanda in bollo conforme all'allegato F, l'iscrizione in apposito elenco e l'assegnazione di una sigla distintiva, da apporre su copia della domanda stessa o su documento separato conforme al modello di cui all'allegato G.
  2. La sigla distintiva relativa all'attività radioamatoriale di solo ascolto-SWL (short wave listener ) è formata da : "lettera I (Italia), numero di protocollo, sigla della provincia di appartenenza".Rivolgersi al MISE territoriale di competenza


theremino sdr radio software per ascoltare tutte le frequenze in am-fm-cw-ssb ed altri modi ------ buon ascolto
Theremino_SDR.exe

 theremino sdr radio software per ascoltare tutte le frequenze aeronautiche,ponti radio,radioamatori e servizi vari in am-fm-cw-ssb ed altri modi Kit completo,  chiavetta usb terratec la migliore + antennino magnetico e cd con software   EURO 35    Acquistabile su questo sito tramite invio mail ------ buon ascolto .

led badge scorrevole programmabile si puo scrivere su due righe,regolare velocita' di scorrimento,carattere e molto altro tramite pulsante menu,si indossa tramite fermo a calamita alimentazione tramite batteria a bottone fornita EURO 20         Acquistabile su questo sito tramite mail

0445-0500 UTC 6025, 7165 kHz 2030-2045 UTC 6025, 11755 kHz 2130-2145 UTC 6025, 11885 kHz
16.00 - 16.26 9520 kHz 18.00 - 18.26 5910 kHz 20.00 - 20.26 5910 kHz DRM
RADIO VATICANA 5980 KHz 11930 KHz
RADIO CINA INTERNAZIONALE 9945 KHz e 11875 KHz e dalle 22:30 alle 23:30, 9965 KHz e 11840 KHz
RADIO TIRANA da lunedì a sabato su 6225 KHz ORE 21
RADIO CAIRO 9490 KHz
OBIETTIVO DX 9610 KHz domenica ore 11
voce della Turchia ore 14-14.30 KHz 9610
9395 KHz
storica qsl iar-romaradio

TRASMISSIONI MARINE IN RTTY                         



Frequenza in KHzStazioneLocalitàLinguaParametri
4583DDK2Amburgo Inglese50/450
7646DDK7Amburgo Inglese50/450
10100DDK9Amburgo Inglese50/450
147.3DH47Amburgo Tedesco45/85
11039DDH9Amburgo Tedesco50/450
14467.3DDH8Amburgo Tedesco50/450
6387,7CTP  75/850
8550,1CTP  75/850
8451,5TEST DE RFFMEA  75/850
2787,7TEST DE FUEFRANCIA 75/850
2607TEST DE FUOFRANCIA 75/850
8566,6TEST DE FUVFRANCIA 75/850
8477,2TEST DE FUFFRANCIA 75/850
4293,5TEST DE FUEFRANCIA 75/850
7854,1TEST DE FDYFRANCIA 78/850
4019,5TEST DE FDI22FRANCIA 50/450
18,3                        Stazione navale francese sita in Le Blanc  



COME COSTRUIRE UN SEMPLICE DIPOLO

Il dipolo è una delle antenne più semplici da realizzare. Bastano, infatti, poche risorse per la sua costruzione. Per il successo e la sua riuscita occorre, come al solito, risolvere alcune formule matematiche che prendono in considerazione parecchi fattori e parametri. Se per le basse e le medie frequenze, le misure dell'antenna non sono critiche, per le alte frequenze lo diventano in maniera rilevante. In quest'articolo apprenderemo le nozioni teoriche e pratiche che stanno alla base di questa diffusissima antenna. S'imparerà, quindi, a calcolare e a realizzare un dipolo, secondo le proprie esigenze e per qualsiasi intervallo di frequenze, ottimizzando al massimo il guadagno. La progettazione sarà effettuata con il programma MMANA-GAL, con il quale è possibile calcolare, con estrema precisione, tutti i parametri dell'antenna come, ad esempio, la larghezza, l'altezza dal suolo, il materiale, il diametro del conduttore e così via, in modo da ottenere una perfetta antenna veramente performante.

Esistono migliaia di modelli diversi di antenna. Si differenziano tra loro per la forma, il materiale utilizzato, il guadagno, l'intervallo di frequenze utili e altre caratteristiche. Il software che ci accingiamo a esplorare aiuta a progettare qualsiasi tipologia di antenna, perché permette di eseguire il disegno dei vari elementi che la compongono, specificandone la forma, la posizione e le dimensioni. Per consentire un rapido e semplice avviamento iniziamo con la creazione di un dipolo semplice . Sarà poi il lettore ad approfondire gli argomenti e a creare da sé antenne più performanti e raffinate.

BREVE ACCENNO AL DIPOLO

Il dipolo è un'antenna semplice ed economica. E' in grado di proiettare le onde elettromagnetiche in due direzioni opposte (avanti e dietro). E' formata da due bracci uguali, non collegati elettricamente tra loro, la cui lunghezza deve essere calcolata con alcune semplici formule matematiche. E' possibile anche realizzare dipoli con "trappole", come mostrato qui.

Le sue dimensioni tengono conto di:

  • Sezione del dipolo stesso;
  • Frequenza del segnale da trattare;
  • Tipologia della terra (Ground);
  • Altezza da terra;
  • Tipologia della terra;
  • Materiale dell'antenna.

 CARATTERISTICHE ELETTRICHE DEL DIPOLO

Un dipolo accordato, nel vuoto, presenta un'impedenza di circa 75 ohm. Nella realtà, invece, essa subisce alcune modifiche, dipendenti soprattutto dall'altezza dell'antenna dal suolo, dal quale deve distare almeno 1.5 volte la lunghezza d'onda.

Essa è composta, come detto prima, da due bracci di lunghezza opportunamente calcolata dalla seguente formula semplificata:

formula1Tale formula sviluppa un'antenna dall'impedenza di circa 75 ohm (ovviamente un tester non fornirà mai tale parametro).

Ogni braccio è lungo circa 1/4 d'onda. Si chiama, appunto, dipolo a mezza onda poiché la sua lunghezza complessiva è pari a tale misura. Per ricevere, ad esempio, la frequenza di una stazione radio privata FM sui 103,00 Mhz, occorre realizzare un dipolo dotato di due bracci, ognuno dei quali lungo 70 cm.

Un vero dipolo non può essere utilizzato per tante frequenze; esso risponde bene solo a una e una sola frequenza (di risonanza), a meno ché non si usino opportuni accordatori. Ovviamente, se l'intervallo di stazioni da ricevere è contenuto in un "range" ristretto, si può realizzare un unico dipolo accordato per il centro banda.

STRUTTURA FISICA DEL DIPOLO

Tale antenna è formata da due bracci uguali calcolati, come detto, mediante alcune formule matematiche. I bracci sono costituiti da materiale elettrico conduttivo rigido o filare. Può essere tenuto in tensione mediante appositi tiranti isolanti, per far mantenere la classica forma geometrica.

dipolo01

I bracci dovrebbero essere il più possibile vicini tra loro, senza però entrare in contatto. Essi saranno collegati al rispettivo ricevitore, o trasmettitore, tramite un cavo schermato di pari impedenza.

connessione

DIAGRAMMA D'IRRADIAZIONE

Il dipolo è un'antenna a doppia direzione; trasmette verso due lati opposti. La sua maggiore direttività è perpendicolare all'asse dei due bracci. Se si vogliono ottenere maggiori prestazioni, occorre "orientare" l'antenna verso la stazione radio, in modo che l'apertura dei due bracci sia frontale alla sorgente. L'illustrazione che segue chiarisce bene il concetto.

direzione

Il diagramma d'irradiazione (o di radiazione) è una rappresentazione grafica del comportamento dell'antenna. Esso riporta la direzione e l'intensità del segnale, per capirne e valutarne l'efficienza.

Tale grafico mostra un cerchio, indicante lo spazio circostante intorno all'antenna, in un'area di 360°. In esso sono visualizzate le direzioni preferenziali del segnale, permettendo di capire in quale senso le onde sono trasmesse (o ricevute) più agevolmente. Più precisamente, è la ripartizione della totale potenza trasmessa, alle varie coordinate angolari.

Nel caso particolare del dipolo, il diagramma ha una forma di un "8", centrato nel grafico. Esso indica, appunto, che tale antenna trasmette sia in avanti sia indietro. La potenza decresce via via che ci si sposta dalla perpendicolare.

diagramma1

IL PROGRAMMA MMANA-GAL

MMANA-GAL è un programma per PC di analisi e di progettazione delle antenne, basato sul metodo dei "momenti". In rete ci sono due versioni, la Basic (gratuita) e la Pro (a pagamento). La seguente tabella mostra la differenza tra le due:

 

ParametriVersione ProVersione Basic
Segmenti (max.)fino a 320008192
Fili (max.)3000512
Sorgenti di segnale20064
Carichi (max.)300100
Undo/RedoillimitatoNo
Controllo automaticoSiNo
Velocità di calcolo150%100%

E' stato scritto da tre programmatori: Alexandr Schewelev DL1PBD, Igor Gontcharenko DL2KQ e Makoto Mori JE3HHT. Anche se, ultimamente, non vi sono stati aggiornamenti del software, esso è, e continua ad esserlo, un caposaldo della progettazione e del controllo delle antenne.

autori

A grandi linee, queste sono le possibilità e le procedure offerte dal programma:

  • Definizione e progettazione dell'antenna basati su pseudo foglio elettronico;
  • Visualizzatore grafico della realizzazione;
  • Produzione dei diagrammi d'irradiazione orizzontale e verticale;
  • Possibilità di visualizzare il diagramma d'irradiazione in 3D;
  • Comparatore dei risultati;
  • Editor dei singoli elementi e dei fili dell'antenna;
  • Possibilità di definire un elemento in diversi diametri (anche di tipo telescopico);
  • Ottimizzatore per impedenza, onde stazionarie, guadagno, elevazione e corrente;
  • Produzione del grafico delle caratteristiche;
  • E molti altri.

mmanabasic.zip